Saturday, November 13, 2010

I paladini dei diritti umani dove sono?

Kourosh Ziabari - Uno dei miei migliori amici è affetto da un disturbo ossessivo compulsivo, una grave malattia mentale che ha quasi paralizzato tutta la sua vita. Gli è stata diagnosticata con la psicosi all’età di 15 anni e ora, più di un decennio dopo,è sposato e ha due figli.Gli psichiatri in Iran gli hanno consigliato di andare all’estero e di perseguire il suo trattamento sotto la supervisione di un gruppo di qualificati professionisti esperti, tuttavia, anche se era finanziariamente in grado di affrontare le spese di una tale soluzione è rimasto in Iran.

Gli psichiatri in Iran hanno prescritto diversi farmaci per il mio amico e lui li ha presi negli ultimi anni, tuttavia, quando l’ho incontrato qualche settimana fa, mi ha informato di una sconvolgente notizia di cui ancora non riesco a capacitarmi.Il mio amico mi ha detto che i produttori canadesi e italiani dei sui medicinali hanno cessato di esportare i loro prodotti in Iran dopo l’istituzione delle sanzioni contro l’Iran imposte dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ed è possibile che si rifiutino anche di esportare altri farmaci a seguito delle sanzioni.Mi ha detto che i suoi psichiatri non sono in grado di prescrivergli medicinali efficaci, originali per lo più, e questo può compromettere seriamente la sua salute mentale e anche mettere la sua vita familiare a rischio.

La mia reazione istintiva a ciò che il mio amico mi disse non fu altro che perplessità e confusione. Non riuscivo a capire il rapporto tra una serie di sanzioni che riguardano il “controverso” programma iraniano nucleare e la salute mentale di migliaia di pazienti che sono affetti da diversi tipi di psicosi in tutto il paese ...

No comments: